La diastasi addominale e la nutrizione

La nutrizione può svolgere un ruolo importante nel trattamento della diastasi addominale, poiché la funzione dei muscoli addominali è strettamente legata allo stato del tratto gastrointestinale.

I sintomi come: 

e altri disturbi cronici indeboliscono i muscoli addominali, riducendo la loro capacità di contrazione.

Nel caso della diastasi addominale, un'alimentazione adeguata può contribuire a ridurre il gonfiore addominale e favorire la formazione di feci morbide per facilitare l'evacuazione.

Alcuni consigli che possono agevolare il trattamento della diastasi addominale:

  • Mangiare lentamente e masticare bene: una masticazione insufficiente aumenta il rischio di gonfiore addominale.
  • Preferire cibi facili da digerire che non causino fermentazione e gonfiore addominale.
  • Bere acqua a piccoli sorsi durante il giorno per garantire un'adeguata idratazione, evitare di sovraccaricare la vescica e favorire la formazione di feci morbide.

Le feci morbide facilitano le evacuazioni senza sforzo. Al contrario, le feci dure e la stitichezza possono aumentare la pressione addominale e peggiorare la diastasi durante l'evacuazione.

È consigliabile privilegiare alimenti semplici come verdure cotte, uova, pesce, carni bianche, pasta integrale, pane tostato, riso integrale e legumi decorticati o passati, evitando l'eccessivo consumo di ortaggi che fermentano come cavolfiore, broccolo e cavolo.

Un nutrizionista esperto può aiutarti a sviluppare un piano alimentare personalizzato che supporti il trattamento della diastasi addominale e promuova la tua salute generale.

Copyright © EQB Studio 2024
EQB STUDIO DI DINA KILDEEVA - P.IVA 10023300964
Designed by IRBox
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram